L O C U S – L A T U S

Miscellanea et Mirabilia

BREVIARIUM EUTROPII – Liber IX,22


[22] Ita cum per omnem orbem terrarum res turbatae essent, Carausius in Britanniis rebellaret, Achilleus in Aegypto, Africam Quinquegentiani infestarent, Narseus Orienti bellum inferret, Diocletianus Maximianum Herculium ex Caesare fecit Augustum, Constantium et Maximianum Caesares, quorum Constantius per filiam nepos Claudii traditur, Maximianus Galerius in Dacia haud longe a Serdica natus. Atque ut eos etiam adfinitate coniungeret, Constantius privignam Herculii Theodoram accepit, ex qua postea sex liberos, Constantini fratres, habuit, Galerius filiam Diocletiani Valeriam, ambo uxores, quas habuerant, repudiare conpulsi. Cum Carausio tamen, cum bella frustra temptata essent contra virum rei militaris peritissimum, ad postremum pax convenit. Eum post septennium Allectus, socius eius, occidit atque ipse post eum Britannias triennio tenuit. Qui ductu Asclepiodoti, praefecti praetorio, oppressus est. Ita Britanniae decimo anno receptae.

[22]  Così, dal momento che tutte le regioni dell’impero risultavano in subbuglio, essendosi Carausio ribellato in Britannia, Achilleo in Egitto, mentre i Quinquegetani infestavano l’Africa, portando Narseo la guerra in Oriente, Diocleziano elevò Massimiano Erculeo da Cesare al rango di Augusto e nominò Cesari Costanzo e Massimiano Galerio; al loro riguardo, si tramanda che Costanzo fosse nipote di Claudio (Claudio II, detto “il Gotico”) discendendo dalla figlia di lui, mentre Massimiano Galerio era nato non lontano da Serdica in Dacia. E affinché entrambi fossero uniti da legami più forti, Costanzo prese in sposa Teodora, la figliastra di Massimiano Erculeo, dalla quale ebbe in seguito sei figli, fratelli di Costantino; Galerio ebbe invece in sposa Valeria, la figlia di Diocleziano. Entrambe furono costretti a ripudiare le mogli che già avevano. Tuttavia fu stipulata una tregua con Carausio, avendo tentato invano una risoluzione armata contro un profondo conoscitore dell’arte bellica. Dopo circa sette anni Carausio fu assassinato dal suo collaboratore Allecto il quale resse la Britannia per un altro triennio. Questi fu eliminato durante una spedizione comandata da Asclepiodoto, prefetto del pretorio. Dopo dieci anni la Britannia veniva riannessa all’Impero.

marzo 27, 2010 - Posted by | Breviarium ab Urbe Condita - Liber IX | , , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: